0

Quando la verdura gioca a nascondino nella pasta…

pasta con zucchineEmma a un certo punto ha pensato bene di smettere di mangiare le verdure. Continua, in realtà, ogni tanto a mangiare la minestrina nel brodo di verdure (se ci metto tanto pesce), ma la verdura tagliata a fettine, rondelle o pezzetti proprio non l’ha più convinta. Ho provato a metterne in fila di colori e forme diverse per invogliarla. Macché, sputava come una matta.
Allora oltre al brodo, provo a fare qualche sugo per la pasta in cui ci sia la verdura, ma che non “sembri troppo di verdura”. Insomma zucchine, fagiolini e co. giocano un po’ a nascondino 🙂 Lo preparo per tutti, così risparmio tempo e soprattutto Emma è contentissima perché adora vedere che mangiamo tutti le stesse cose. Ci vogliono 10 minuti e tutti a tavola!

Cosa serve:
2 o 3 zucchine fresche
150 grammi di ricotta
erba cipollina o le erbe aromatiche che vi piacciono
cipolla
olio extra vergine di oliva
pasta

Prendo una grattugia con i fori grandi per grattugiare le zucchine a julienne. Le metto in una padella antiaderente con una cipollina bianca tagliata a fettine, così il sugo è saporito senza salare (ma se volete, mettetene un pizzico). Aggiungere un filo d’olio e far insaporire, poi versare un bicchierino da caffè di acqua calda per cuocere (va bene quella della cottura della pasta). Quando la zucchina è quasi cotta, mettere la ricotta e da ultimo una spolverata di erba cipollina. Scolare la pasta e far saltare in padella. Per chi vuole, un tocco di parmigiano, che nel caso di Emma non è mai abbastanza. Buon appetito!

Elisa

0

Tutto comincia dal cucchiaino

cucchiainoQuanto è bello sfogliare i libri di cucina… foto meravigliose, ricette e idee nuove. Da quando Emma ha cominciato a mangiare cose diverse dal latte, mi sono chiesta cosa potesse piacerle, quali sarebbero stati i suoi gusti. Non solo, c’è sempre il pensiero “mangerà abbastanza, sono cose che le fanno bene?” ecc… Il nonno di Emma, Francone, un giorno è tornato a casa con un libro bellissimo “Il cucchiaino di Alice” di Miralda Colombo, edito da Gallucci. In realtà questa mamma ha un blog bellissimo (www.ilcucchiainodialice.it). Il libro è divertente e sia le ricette che le foto esprimono amore e cura per le piccole cose. Oltre che per la buona cucina.

I piatti non sono divisi per mesi dallo svezzamento, ma per stagioni, il che ovviamente suggerisce di scegliere sempre ingredienti freschi per preparare le pappe ai piccoli, una buona abitudine che dovremmo adottare anche per gli adulti. Dalle “teste di rapa” (sformati di sedano) ai biscotti di Natale, passando per il porridge e la rataouille di pollo, il libro ci guida a una vera scoperta: lo svezzamento e l’educazione al gusto possono essere una vera grande avventura, per i piccini e perché no, anche per noi!

Elisa