0

Aiuto si sono ristretti i vestiti!

foto-2Emma ha cominciato a camminare a 15 mesi esatti. Insomma se l’è presa comoda, la ragazza. Ma, proprio come fa in tutte le cose, ha cominciato correndo. Ogni tanto incespica e vola col pannolino a terra, ma con una risata si alza su e riparte. Credo che questo sia uno dei momenti in assoluto più belli per me da quando è nata. Cogliere nelle sue risate la soddisfazione per la libertà acquisita, quegli occhioni spalancati alla ricerca di nuove mete da raggiungere. Seguirla dietro passo passo e vederla prendere sicurezza, sperimentare…

Pensavo a questo oggi, che sono tornata a casa dalle peregrinazioni vacanziere, nella nostra casina degli Appennini dove Emma ha scorrazzato libera nel campo davanti a casa. E mentre mettevo a posto i cassetti con i suoi vestiti e le sue scarpe mi sono accorta in modo tangibile, quanto è cresciuta in così poco tempo. E se alcuni vestiti e scarpe li ha proprio consumati, altri sono rimasti praticamente nuovi. Alcune cose voglio tenerle (e faccio così da quando è nata) perché sono oggetti ai quali sono legata, che mi ricordano un momento preciso della nostra avventura. Ma non posso tenere tutto, dunque con il mio bel sacchetto mi sono fatta la domanda: e ora cosa ne faccio?

Ci sono associazioni di volontariato che si occupano di riutilizzare e donare i capi in buono stato (ad esempio qui a Sesto Fiorentino ci sono dei grandi cassonetti gialli della cooperativa San Martino, oppure ci sono punto la Caritas e la Misericordia). Se però qualcuno volesse scambiarli, ogni terzo sabato del mese alla Casa del popolo di Colonnata c’è il Bimbo baratto organizzata dall’associazione Equobaleno in collaborazione con le MammeAmiche. Una buona occasione per scambiarsi cose utili ma anche per fare amicizia e far giocare i bambini insieme. Penso che proverò ad andarci e raccontarvi come funziona. Il circolo di piazza Rapisardi, tra l’altro, ha da sempre una grande attenzione verso mamme e bambini. Lo so per esperienza perché l’autunno scorso con un gruppo di mamme conosciute al corso pre parto abbiamo deciso di continuare a vederci con i nostri bambini e non sapevamo, con l’arrivo del brutto tempo, dove andare. Il circolo ci ha messo a disposizione per diversi incontri una sala dove poter giocare tutti insieme ed è stata una bellissima esperienza. Anzi, ora che ci penso dobbiamo ripeterla…

A Firenze ho trovato su internet i contatti di due punti di Baby Bazar, in via Bezzuoli nel Quartiere 4 e a Rifredi in via Antognoli.  Senza contare tutti i portali in rete, che mi sono apparsi semplicemente cercando “vestiti usati per bambini”: http://www.adessobimbi.com/, http://www.mercatinousatobambino.it e altri…

Voi come riutilizzate, regalate, mettete via le cose dei vostri bimbi?

Elisa